Nonostante la maggior parte dei cani si trovi a proprio agio coi bambini, il cucciolo di Golden Retriever è particolarmente indicato per le sue peculiarità caratteriali. Per chiunque sia interessato ad adottare un Golden in famiglia, alcune brevi indicazioni non possono di certo fare male.

L’importanza dell’interazione tra un bambino (anche molto piccolo) e un cane è già stata ampiamente studiata. In questo senso, non stiamo dicendo nulla di nuovo. Come regola generale, comunque, è provato come alcune razze siano più indicate di altre per fare compagnia a cuccioli umani molto piccoli o, nel caso di ragazzi già più grandi, molto vivaci.

Il Golden Retriever è un cane giocoso, intelligente e obbediente. Se ben educato è sempre pronto a soddisfare qualsiasi tua richiesta. Sa adeguarsi bene alla vita familiare ma è anche molto attivo. E’ sempre pronto di fare una passeggiata.

Un altro motivo per cui è perfetto con i bambini è che matura lentamente. Si comporta come un cucciolo per qualche tempo anche dopo aver raggiunto la maturità.

ATTENZIONE: le indicazioni preliminari per iniziare qualsiasi discorso su cani e bambini sono due:

I Golden Retriever NON è un cane da guardia, e di conseguenza è altamente probabile che accolga tutti calorosamente.

– Anche se generalmente sono cani mansueti e docili, è fortemente sconsigliato lasciare bambini di qualsiasi età da soli con l’animale. Prima di tutto ogni Golden è diverso esattamente come noi. Inoltre, si tratta di cani dalla stazza importante che, anche involontariamente, potrebbero fare male.

Golden Retriever e Neonati: due cuccioli a contatto

Sia nel caso in cui siate già genitori e vogliate adottare un cucciolo di Golden Retriever, sia che il nuovo arrivato in casa sia un bambino, queste sono alcuni spunti di base per iniziare la convivenza. Per prima cosa vediamo il caso in cui un neonato stia entrando nella vostra famiglia.

Golden Retriever puppies

Prima di presentare il cucciolo di Golden Retriever al bambino, è bene portargli qualcosa che abbia il profumo del bambino. Può essere un cappello, un bavaglino o una coperta. In questo modo, il cane si sentirà come se già “conoscesse” il suo nuovo fratello al primo inontro.

Golden e Kennel

Una buona idea è abituare il Golden a trascorrere qualche ora al giorno da solo oppure all’interno del Kennel. È probabile che nei primi tempi dall’arrivo in casa di un neonato il cane passi in secondo piano e dunque è importante non farlo sentire improvvisamente abbandonato.

Golden Retriever

È altresì importante abituare in fretta sia il cucciolo di Golden Retriever sia il bambino ad entrare in contatto diretto. Questo ovviamente sotto la supervisione del genitore o dell’addestratore.

Picocoli gesti come carezze, annusate o far sentire la voce del cucciolo umano abituerà l’animale alla sua presenza.

E se i bambini sono già più “grandi”? Valgono le stesse regole ma l’interazione è molto più profonda

Golden e bambini più grandi

In linea generale, le regole elencate precedentemente si possono applicare anche a bambini già cresciuti. Questo per garantire sia la sua sicurezza che quella del cane. Tuttavia è proprio durante questa fase che i cuccioli di umani traggono maggiore beneficio dalla presenza di un Golden Retriever.

È bene insegnare al bambino a prendersi direttamente cura in modo autonomo del cucciolo di Golden Retriever, e qui troverete alcuni suggerimenti.

Piccole attività quotidiane aiuteranno il Golden Retriever a vedere il bambino come una figura autorevole, e non come un cucciolo suo pari:

Il contatto fisico, come detto, è fondamentale, di conseguenza attività come pulirlo, lavarlo e pettinarlo aiutano a consolidare un certo tipo di rapporto. 

– Gli animali in generale vedono come figura dominante chi, giornalmente, li nutre. Che sia il bambino ad occuparsi delle sue necessità (cibo, acqua fresca) farà stringere tra i due un legame ancora più forte. Tutto questo SEMPRE dopo che la famiglia ha già consumato il pasto.

– Niente però consoliderà il rapporto tra un cucciolo di Golden Retriever e il suo piccolo umano come il gioco. Esprimere amore incondizionato verso questi cani verrà ripagato con un affetto difficilmente riscontrabile nelle persone.

Ultima considerazione: l’importanza dell’esercizio fisico per un cucciolo di Golden Retriever

Un modo perfetto per stringere un legame forte tra un cucciolo di Golden Retriever e un ragazzo/a è, senza dubbio, l’esercizio fisico. In questo periodo è un’attività troppo trascurata dai giovani, e questa razza è l’ideale per viviere molto tempo all’aperto.

Il Golden Retriever è un cane che richiede molto esercizio fisico, almeno 1 ora al giorno. L’esercizio fisico corretto è di importanza fondamentale, altrimenti potrà essere annoiato e malsano. Se un cucciolo di Golden Retriever si annoia, diventa meno obbediente e più distruttivo in casa. E questo sicuramente è da evitare, specialmente con i bambini che si arrabbiano se i loro giocattoli vengono masticati.

Un cucciolo di Golden Retriever ha bisogno di fare almeno una lunga passeggiata al giorno (in genere i maschi necessitano di più tempo all’esterno rispetto alle femmine).

Golden Retriever
Golden Retriever esercizio

Tuttavia questa razza è amante di qualsiasi tipo di attività all’aperto. Che sia una bella corsetta, il gioco del riporto o una nuotata, il Golden sarà contento.

Non ci sono problemi neanche a lasciarlo in compagnia di altri cani (per chi vive in città ci riferiamo alle classiche Aree-cani). Ovviamente anche i cani possono prendersi in antipatia tra di loro, ma generalmente il Golden Retriever non litiga mai.